closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Netanyahu all’improvviso si innamora dell’Iniziativa di pace araba

Israele. Il premier israeliano, dopo aver formato il governo più di destra della storia del Paese, prova a mostrare un volto più moderato. E chiamando in causa il piano formulato nel 2002 dall'Arabia saudita spariglia le carte prima della conferenza di Parigi che lui ha bocciato

Il governo più di destra della storia di Israele all'improvviso intona la canzone della pace. Dopo aver nominato l'ultraradicale Avigdor Lieberman nuovo ministro della difesa, il premier Netanyahu ha riscoperto l'Iniziativa Araba del 2002 come percorso per una intesa permanente tra mondo arabo e Israele. Il piano prevede in cambio di un accordo di pace il ritiro dello Stato ebraico alle linee di armistizio del 1967 ("Linea verde") antecedenti all'occupazione di Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme Est. Per 14 anni tutti i governi israeliani hanno ignorato la proposta araba, in realtà saudita perchè fu Riyadh a formularla e ad imporla al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.