closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nell’Argentina dell’asteroide, un viaggio intimo nel presente

Rotterdam 50. Si è chiuso ieri il Festival, Tiger Award a «Pebbles», «El perro que no calla» di Ana Katz vince Big Screen

Ci sono diverse variabili in un festival online alle quali speriamo di non doverci abituare, e non è questione di essere «puristi» della sala ma la visione in streaming condiziona le potenzialità di film che sono pensati per ora almeno, non nel format della serialità, con la ricerca invece di un orizzonte, di un suono, di colori, sfumature, spazi che a casa e nei computer mutano di effetto. Lontani dal festival fisico, dagli scambi, dagli incontri, in un’immersione «full» privatissima la selezione di questa prima parte del Festival di Rotterdam numero 50 su piattaforma (Festival Scope) che si è chiusa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi