closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Nel contratto gialloverde lacune sul Jobs Act e articolo 18. E Berlusconi attacca il «reddito di cittadinanza»

Lavoro. Lega e Cinque Stelle: "Una legge sul salario minimo orario"

Nella nuova bozza del «contratto di governo» il capitolo sul lavoro è striminzito e reticente. Ne è passato di tempo dai boati elettorali quando Lega e Cinque Stelle dovevano spianare il Jobs Act. Nella mezza paginetta non c’è traccia della riforma della legge Poletti che ha eliminato la causalità dei contratti a termine mettendo le basi per il boom dell’iper-precarietà attuale. Ci si limita a sbandierare la sempre verde lotta contro la precarietà. E il ripristino dell’articolo 18? Non pervenuto. Quanto ai voucher, aboliti da Gentiloni per evitare un referendum Cgil che sarebbe stato devastante per il Pd e il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.