closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Nel Berlusconi day tutti per uno, ognuno per sé

Il cavaliere. Il leader azzurro vola a Bruxelles e viene assolto a Siena. Ma a destra l’aria è sempre tesa

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Uniti sì perché divisi si perde e «quando si è sconfitti nelle grandi città significa aver perso». Parola di un Salvini accolto dai parlamentari leghisti con raffiche d’applausi, nel primo incontro dopo la batosta. Ma essere unitari è un’impresa per la destra italiana improba. Un punto di coesione c’è e dopo quasi tre decenni si chiama ancora Silvio Berlusconi. La sua corsa al Colle è per molti versi l’unica vera causa comune del centrodestra, insieme al semaforo rosso contro il proporzionale offerto a Giorgia Meloni come ramoscello d’ulivo e prezzo per il sostegno all’impresa del Cavaliere. BERLUSCONI è galvanizzato, adrenalinico e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.