closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«My Big-Assed Mother», Ferrara diventa Bukowski

Filmmaker Festival. Nella sezione Moderns il cortometraggio di Tekla Taidelli in cui il regista diventa lo scrittore, di cui ricorre il centennale della nascita, per un reading a New York

Da 40 anni Filmmaker celebra la produzione indipendente, le sperimentazioni, le eccentricità, i non allineati, con una particolare attenzione alla produzione milanese. Anche perché lì è nato, grazie a un’intuizione dovuta, tra gli altri, a Silvano Cavatorta operatore culturale lui stesso anomalo, prematuramente scomparso. PER QUESTA nuova edizione un titolo sembra rappresentare lo spirito, il cuore e l’anima stessa di Filmmaker, un corto, una fantastica sporca dozzina di minuti firmati da Tekla Taidelli, cineasta «indigena», già autrice di Fuori vena, diversi anni fa, una che non si è risparmiata nella vita e nelle sue proposte cinematografiche. E forse era un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.