closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Mose, Renzi dalla palude alla laguna

Corruzione. Il presidente del consiglio annuncia nuovi provvedimenti e la riforma della giustizia entro giugno, ma intanto è costretto a rimettere i piedi per terra dopo l'ubriacatura elettorale e a fare i conti con la realtà che lo costringe a rallentare e ad ammettere le colpe anche del suo Pd: "Chi dei nostri ruba va a casa a calci nel sedere"

Niente fa più male della realtà. Lo scandalo del Mose ha riportato Renzi e il suo Pd con i piedi per terra dopo l'ubriacatura elettorale. L'uomo del fare non sa che fare. Si dibatte tra la necessità di agire presto e l'impossibilità di muovere un passo. Due giorni fa il governo avrebbe per lo meno dovuto definire i poteri del supercommissario per Expo Cantone e invece ha rimandato tutto. Per questo Renzi si è dovuto di nuovo rifugiare nella politica degli annunci. Ieri ha detto che non è il momento degli “spot”, ma di “riforme strutturali”. E' il nuovo ritornello...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.