closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mortai contro l’Università di Damasco: 15 morti

SIRIA La strage di studenti alla Facoltà di Architettura. Amnesty International denuncia crimini e abusi del regime e delle milizie ribelli. Decine di intelletuali e attivisti anti-Assad firmano lettera contro egemonia Fratelli Musulmani

Università di Damasco. La mensa della Facoltà di Architettura centrata da colpi di mortaio

Università di Damasco. La mensa della Facoltà di Architettura centrata da colpi di mortaio

A metà gennaio 83 studenti siriani persero la vita in due esplosioni avvenute nell’ateneo di Aleppo. Ieri hanno subito la stessa sorte 15 giovani iscritti alla Facoltà di Architettura dell’Università di Damasco presa di mira da colpi di mortaio. Un attacco che ha colto gli studenti di sorpresa, mentre erano nella mensa universitaria, e che i mezzi d’informazione statali hanno attribuito ai «terroristi», ossia ai miliziani siriani eai jihadisti stranieri che combattono contro le autorità centrali siriane. Nelle ultime settimane le milizie dell’opposizione hanno lanciato numerosi attacchi in quella zona, dove si trovano i principali edifici governativi, facendo diversi morti....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.