closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Missili francesi nella base di Haftar, Parigi nella bufera

Libia. Scoperti tre Javelin anti-carro a Gharian, strategica postazione vicino Tripoli da poco persa dal generale cirenaico. Serraj denuncia la partecipazione di soldati di Macron all’offensiva contro la capitale

Missili Javelin

Missili Javelin

Parigi ammette. Non può fare altrimenti dopo lo scoop del New York Times. «I missili Javelin trovati a Gharian appartenevano effettivamente ai militari francesi che li avevano acquistati dagli Stati uniti», ha comunicato ieri il ministero della difesa francese in riferimento alle armi scoperte dalle forze del governo di accordo nazionale libico (Gna) guidato da Fayez el Serraj nell’importante base di Gharian precedentemente occupata dagli combattenti dell’«uomo forte» della Libia, il generale Khalifa Haftar. CHE ORA SI SCOPRE meno forte, proprio per la perdita di Gharian, la città a 80 chilometri da Tripoli che era stata la testa di ponte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.