closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Mes, si alla riforma senza chiedere i soldi. E i 5S si spaccano

Mes a fuoco. Via libera al nuovo trattato. Gualtieri spiega che non significa accettare il prestito. Crimi soddisfatto, ma in tanti lo sconfessano

A Bruxelles non hanno tirato nessun sospiro di sollievo. Il sì italiano alla riforma del Mes era sempre stato dato per certo, considerando solo come un gioco delle parti le esitazioni, i rinvii e la perentoria richiesta italiana di un voto «a pacchetto» che tenesse insieme Mes, rafforzamento dell’unione bancaria e garanzia sui depositi. Approvata da Ecofin, la riforma che permetterà al Mes di salvare anche le banche di importanza strategica sarà firmata il 27 gennaio. IL MINISTRO dell’Economia ha recitato la parte in commedia che gli spettava. In mattinata ha incontrato il parlamento, cioè le commissioni Finanze e Bilancio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.