closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Mattarella: “Fascismo, nazismo e razzismo non nascono per caso”

Giorno della Memoria. A Roma e Berlino, Bruxelles e Strasburgo, in Vaticano e a Washington, ricordate le vittime e denunciati i pericoli del negazionismo e di gruppi che si richiamano a ideologie che, come ha sottolineato l'Anpi, tra il 1933 e il 1945 provocarono circa 17 milioni di morti tra ebrei, prigionieri di guerra, oppositori politici con in testa comunisti e socialisti, omosessuali, rom, sinti, gruppi religiosi, disabili.

Sergio Mattarella

Sergio Mattarella

A Roma e Berlino, Bruxelles e Strasburgo, in Vaticano e a Washington, il Giorno della Memoria è stato celebrato ricordando le vittime del nazismo e del fascismo, e anche denunciando i pericoli legati al negazionismo, e alla formazione di gruppi che si richiamano a ideologie che, come ha sottolineato l'Anpi, tra il 1933 e il 1945 provocarono circa 17 milioni di morti tra ebrei, prigionieri di guerra, oppositori politici con in testa comunisti e socialisti, omosessuali, rom, sinti, gruppi religiosi, disabili. Al Quirinale c'erano fianco a fianco Sergio Mattarella e Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz-Birkenau. “Faremmo un'offesa grave a quegli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi