closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Massacrare chi non festeggia, preparare la guerra

Mentre scriviamo queste righe, poche ore prima dei festeggiamenti ufficiali per l’apertura dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme, le manifestazioni al confine della Striscia di Gaza infuriano e sono già oltre 50 i palestinesi uccisi dalle truppe israeliane. Oltre alle decine di palestinesi uccisi, altre centinaia sono rimasti feriti dal fuoco dei soldati che «difendono la sovranità di Israele». E gli ospedali della Striscia di Gaza sono al collasso. Malgrado tutto il peso retorico e simbolico dello spostamento della sede diplomatica statunitense, è molto più importante capire che siamo di fronte a una tappa ulteriore nei piani del duo Trump-Netanyahu - il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.