closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Maria Papadimitriou, alla ricerca del paradiso perduto

Mostre. Presso la Torre Matta di Otranto, l'artista greca riflette sulla storia e l'iconografia del pavimento musivo del duomo, riconsegnandolo all'attualità

Eva di Maria Papadimitriou

Eva di Maria Papadimitriou

Metaforicamente la mostra personale di Maria Papadimitriou presso la Torre Matta di Otranto è un’esplosione fisico-semantica del mosaico medioevale della Cattedrale della città. L’esposizione dal titolo Non existing Paradise (aperta fino al 3 novembre, curata da Gabi Scardi e organizzata dall’associazione Cijaru) nasce dallo studio storico e iconografico del pavimento musivo del duomo otrantino. A partire da questo approfondimento l’artista greca ha messo insieme una stratificata e suggestiva narrazione contemporanea, che risulta essere tale non semplicemente dal punto di vista del linguaggio visivo (che include l’utilizzo di strumenti come l’object trouvé piuttosto che l’impiego del neon per esempio) ma anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.