closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Marche, il buco dello screening: dati accessibili a chiunque

Privacy e tamponi. Sono centinaia di migliaia i profili degli utenti, completi di anagrafica e cartelle cliniche, potenzialmente accessibili da chiunque con pochi semplici passaggi, senza nemmeno il bisogno di tentare azioni di hacking troppo complesse

C’è un buco nella gestione dei dati dello screening di massa per il coronavirus nelle Marche. Sono centinaia di migliaia i profili degli utenti, completi di anagrafica e cartelle cliniche, potenzialmente accessibili da chiunque con pochi semplici passaggi, senza nemmeno il bisogno di tentare azioni di hacking troppo complesse. Basta cambiare un numero, letteralmente, e il gioco è fatto. Per accedere alla app Smart4You, sviluppata dalla Nbs Srl di San Benedetto del Tronto e in uso per tutte le pratiche digitali delle aziende sanitarie delle province di Ascoli e Macerata, serve un Codice QR (il crittogramma a moduli neri che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi