closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Mappe dei movimenti, memoria sociale magmatica del futuro

ITINERARI CRITICI. «68 - I muri ribelli», con interventi di Paola De Ferrari, Virginia Niri, Roberto Rossini, Ferruccio Giromimi

Guido Crepax, «Manifesto Soccorso Rosso» (dettaglio)

Guido Crepax, «Manifesto Soccorso Rosso» (dettaglio)

Un lungo ’68 da vedere. Dai prodromi della prima comunicazione grafica sui muri, quando la faccia barbuta di Marx si affacciava sull’intonaco, alla lunga e dimenticata coda di manifesti che va a innervarsi nell’inizio degli anni ’90, quando i centri sociali già mettevano in guardia contro il pericolo di una Lega ancora Nord sempre più aggressiva e abile a spargere veleno razzista, cavalcandone gli esiti funesti. È 68 – I muri ribelli (euro 20, ordinabile presso archiviomovimenti.org), corposo volume illustrato di oltre trecento pagine appena uscito con la curatela dell’Archivio dei Movimenti di Genova, Archimovi, una struttura che, dal 2009,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi