closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Manovra ad personam

Legge di Stabilità. «Surreale» incontro tra governo e sindacati. I quattro ministri presenti non hanno il mandato al confronto. Senza il via libera del capo non possono nemmeno dire se ci sarà un nuovo faccia a faccia In serata Renzi attacca Camusso: «Il governo non tratta con i sindacati». Cgil, Cisl e Uil criticano ma per farsi ascoltare potranno inviare solo mail

Quattro ministri e cinque sottosegretari. Mandati da Renzi ad incontrare le parti sociali. Col mandato preciso a non trattare su alcunchè. E dunque la legge di stabilità rimarrà intoccabile. A meno che lo stesso Renzi non cambi idea. Come ha fatto sull’articolo 18. Se la concertazione del presidente del consiglio era finita con l’ora e 47 minuti dello scorso 7 ottobre, la seconda puntata è stata una sorta di pantomima. Alla sala Gino Giugni - inventore dell’articolo 18 - del ministero del Lavoro di via Veneto è andato in scena un incontro «surreale», come lo sintetizza Susanna Camusso. Rimbrottata in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi