closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’universo di Paolo Spaccamonti

Note sparse. Due nuovi lavori, «Rumors» e «Torturatori», per il virtuoso chitarrista torinese

Paolo Spaccamonti

Paolo Spaccamonti

Dopo il superbo lavoro realizzato in coppia con Ramon Moro per il film di Fabio Bobbio I cormorani (Dunque, Superbudda, 2017 distribuito da Audioglobe) il chitarrista torna alla carica con due realizzazioni che forniscono ulteriori conferme rispetto al suo talento inquieto. Rumors (omaggio ironico e irriverente al capolavoro omonimo dei Fleetwood Mac?) è un lavoro che sembra volersi situare al crocevia fra il post-rock di Labradford, Tortoise, le aperture più sperimentali e fratte del maestro Morricone e la tradizione più sotterranea della musica da sonorizzazione italiana. Inseguendo obliqui fantasmi western come nella traccia iniziale o in Giorni contati (che vede...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi