closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

L’Ue tratta con Syriza

Europa. I veri conti del Grexit frenano i falchi di Berlino. Che temono un contagio europeo e un effetto boomerang sul voto anticipato in Grecia

Alexis Tsipras

Alexis Tsipras

Non più interferenze nei fatti interni di Atene, nemmeno panico per un’eventuale uscita della Grecia dalla zona euro. Negli ultimi giorni Berlino, e di conseguenza Bruxelles, stanno cambiando rotta. Sembrano aver deciso di rinunciare alla strategia della paura e alle chiacchiere sul «Grexit», almeno fino al 25 gennaio, giorno delle elezioni anticipate. Indicativo è l’ intervento del presidente dell’europarlamento. «Il dibattito e la speculazione irresponsabile sul Grexit non aiutano... le ingerenze che lasciano pensare ai greci che non sono loro a decidere del loro futuro con il voto, ma Bruxelles o Berlino, spingono gli elettori alle braccia delle forze radicali»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.