closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

L’Ue accelera sul pass vaccinale

Bruxelles. Verso «un certificato per una riapertura comune sicura», ma resta il nodo delle discriminazioni. Il 17 marzo verrà annunciato un “pacchetto” in vista di una riapertura dei viaggi. Il garante italiano della Privacy avverte: serve prima una legge nazionale

Controlli all’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle

Controlli all’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle

Spiragli di vita per il dopo-Covid. I cittadini europei avranno un “pass” per poter viaggiare liberamente all’interno della Ue. Lo ha annunciato ieri la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. Il 17 marzo verrà annunciato un “pacchetto” in vista di una riapertura dei viaggi, oggi intralciati da decisioni nazionali. «L’obiettivo è certificare le persone vaccinate, i risultati dei test di chi non si è potuto immunizzare e le informazioni sulla guarigione dal Covid, rispettando la protezione dei dati, la sicurezza e la privacy», ha precisato Ursula von der Leyen. Sarà un Digital Green Pass, non un “passaporto” che potrebbe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi