closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Alias

Ludoteche sostenibili contro la paura permanente delle bombe

Intervista. Valentina Venditti, capo-progetto del Ciss: «Ogni evento traumatico ha un inizio e una fine. Qui invece l’esposizione è no stop. E la perdita della casa ha effetti devastanti»

A Gaza le bombe possono tornare (e tornano) in qualsiasi momento e si aggiungono ai problemi di ogni giorno. Non un trauma unico e definito nel tempo, ma eventi ciclici che pervadono gli atti semplici e abitudinari, che occupano con prepotenza gli spazi di tutti i giorni. La difficoltà di intervento può essere affrontata con il gioco. Ne parliamo con Valentina Venditti, capo progetto dell’ong italiana CISS che lavora a progetti di ludoterapia nel nord della Striscia. Percentuali altissime di bambini gazawi soffrono di disturbi post traumatici da stress. Di che cosa si tratta? I PTSD sono un insieme di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi