closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Onu: a Odessa strage neonazi

Ucraina. Poroshenko cambia, via il ministro degli esteri e il capo della procura (di Svoboda) e apre: «Siamo pronti a cessare il fuoco»

Checkpoint filorusso nel Donbass

Checkpoint filorusso nel Donbass

Un report delle Nazioni unite sui diritti umani in Ucraina è impietoso: il paese è dilaniato dalla guerra, da scontri feroci, violenze quotidiane. Una situazione all’interno della quale sguazzano criminali di ogni sorta, da una parte e dall’altra. Ci sono anche i numeri totali delle vittime riscontrate: almeno 356 morti, di cui 257 civili, 14 bambini. Un conflitto dimenticato, ormai superato dalle questione geopolitiche, del gas, di incontri e cene, ma nel quale le persone continuano a soffrire, a scappare - chi può - o tentare di sopravvivere. Il report si concentra anche sul rogo di Odessa, nel quale sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi