closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

Loach e quel che resta della classe operaia

Al cinema. Da domani nelle sale «Io, Daniel Blake», il film di Ken Loach palma d’oro a Cannes. Il racconto dei nuovi poveri della società nella storia emblematica del protagonista, un falegname che ha subito un infarto e vorrebbe il sussidio

Briana Shann e Dave Johns

Briana Shann e Dave Johns

C’è un’immagine di Ken Loach che a Cannes affiora sempre alla memoria non appena la presenza di un suo nuovo film è annunciata in concorso. Il regista inglese, seduto in un bar dalle parti del porto, con la sua squadra di collaboratori, avvolto da una nube di fumo quasi impenetrabile (all’epoca si fumava ancora nei locali pubblici), a seguire una partita di calcio su un televisore. Birra, urla, tifo. E i francesi che prendono in giro l’inglese perché la sua squadra è sotto di qualche gol. A ben vedere, il precipitato del mondo di Loach, lontano dalle discussioni cinefile e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi