closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Little Hope, un B-Movie che plasma la materia

Games. Il secondo capitolo della serie antologica succede a «Man of Medan»: un esperimento che si regge sulle atmosfere

A distanza di più di un anno, ci troviamo a riparlare della serie antologica Dark Pictures di Supermassive Games e, nello specifico, del secondo capitolo, Little Hope, sbarcato nei negozi a ridosso di Halloween 2020. Se il primo frammento, Man of medan, ci aveva fatto una buona impressione, il suo seguito prometteva, almeno dai trailer, uno spettacolo ancora più spaventoso. Si passa dall'inusuale gotico marino al classico racconto di streghe e villaggi infestati, spingendo il linguaggio cinematografico in una dimensione di non ritorno videoludica. Purtroppo il limite (e la forza) di questo perfezionismo è un'avventura di poche ore, meno del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi