closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

L’Istat avverte: pil 2015 allo 0,7%

Crescita lenta. Limate le stime del prodotto interno lordo. Nel terzo trimestre dell'anno positiva la manifattura, ma esportazioni in calo. I consumi riprendono, ancora difficoltà nella ripartenza del ciclo degli investimenti.

L'Istat lima le stime sulla crescita, e avverte che il 2015 potrebbe chiudersi con un aumento del pil dello 0,7%. Nella nota mensile sulle prospettive a breve termine messe a punto dall’Istituto nazionale di statistica, si segnala che nel terzo trimestre dell'anno l’andamento dell’economia italiana “è stato guidato dalla crescita del valore aggiunto nel settore manifatturiero e, in misura limitata, nei servizi. Per il quarto trimestre ci si attende il proseguimento, seppure a ritmi moderati, della fase espansiva iniziata nei primi mesi dell’anno”. Tuttavia, avverte l'Istat, “il percorso di crescita rimane caratterizzato dall’attuale fase del ciclo internazionale, che condiziona negativamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi