closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Liscio, balere, Romagna e quel famoso bandito

Raoul Casadei. Addio al musicista che con la sua Orchestra ha fatto ballare generazioni di tutto il mondo. Una tradizione di famiglia, tra piazze di paese e feste dell’Unità divenuta internazionale

E così, quella bestiaccia del covid si è portato via anche Raoul Casadei. Conosciuto in tutto il mondo come il re del liscio, che in Romagna si pronuncia lissio, nato a Gatteo il 15 agosto 1937, morto ieri mattina all’ospedale Bufalini di Cesena dove era ricoverato dal 2 marzo, Raoul Casadei è stato il continuatore di una tradizione di famiglia, portata avanti dal figlio Mirko, che ha fatto e fa ballare valzer, polke e mazurke a generazioni in tutto il mondo. Oltre a molti colleghi musicisti che hanno salutato Casadei sulla sua pagina facebook (fra cui i Nomadi, Maurizio Vandelli,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.