closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

L’Irlanda infelice premia Sinn Féin e punisce il Labour

Irlanda. Il partito di Adams ha saputo trovare un equilibrio tra i nuovi elettori e il nocciolo duro dei repubblicani

Le elezioni europee e municipali hanno dato l’opportunità all'elettorato irlandese di punire i partiti al governo, Fine Gael e il partito Laburista, colpevoli di aver imposto politiche di austerità volute dalla troika. Differentemente da quanto osservato altrove in Europa, in Irlanda è stato Sinn Féin, partito di sinistra, ad approfittare dello scontento popolare. Con il 20.47% dei voti, ha quasi raddoppiato l'11.24% del 2009, e ha vinto tre seggi nella Repubblica dell'Irlanda e un altro in Irlanda del Nord, confermandosi non solo come il più grande partito di sinistra dell'isola, ma anche come il più grande in assoluto in termini...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi