closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’inventario della meraviglia

Pianeti paralleli. Tredici racconti e un romanzo portano al collasso il principio di realtà: «Alfabeto di bambola» di Camilla Grudova (Il Saggiatore) e «Vincent e Alice e Alice» di Shane Jones (Pidgin)

Body-fantasia di Rebecca Horn

Body-fantasia di Rebecca Horn

«L’alfabeto di bambola ha undici lettere: A b c d i l m n o p u»: Camilla Grudova ne è praticamente certa. E un alfabeto le è bastato per comporre un universo, più che parallelo, divergente. L’autrice canadese, alla sua prima raccolta di racconti (Alfabeto di bambola, Il Saggiatore, euro 19, traduzione di Andrea Morstabilini), non ricorre all’immaginario fantastico come farebbe la distopia, per aiutarci a comprendere meglio la realtà così come crediamo di conoscerla. Ne inventa un’altra, tanto più vera quanto più inverificabile. IN QUESTA REALTÀ, le donne hanno molte mammelle e partoriscono gemelli dalla testa, hanno pance...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi