closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’inferno torna a casa

Restauri. Un'intervista con Carlo Giantomassi che, insieme a Gianluigi Colalucci, sovrintende ai lavori per il ciclo di affreschi di Buffalmacco, in procinto di essere ricollocati nel luogo originario: erano stati strappati dopo che una scheggia di bomba aveva incendiato le mura del Camposanto di Pisa

Particolare dell'Inferno di Buffalmacco

Particolare dell'Inferno di Buffalmacco

Nonostante fosse estate piena e le giornate fossero lunghe e assolate, quel ventisette luglio del 1944 il cielo si oscurò d’improvviso e fra i rombi assordanti degli aerei piovvero bombe alleate dal cielo. Una scheggia colpì le travi del tetto del Camposanto pisano, che prese fuoco. Le fiamme incenerirono il legno e le macerie, miste a piombo fuso, si abbatterono sui muri sottostanti, travolgendo le pareti animate da una serie di affreschi che narravano storie di vita e di morte, come si addiceva al luogo, un’architettura medievale nata per accogliere il culto dei defunti. Subito si strapparono i dipinti che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.