closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’inconsapevole sfida di un’intelligenza collettiva metropolitana

L'intervista. Parla Fabrizio Rufo, docente di Bioetica alla Sapienza, uno dei curatori di «La scienza di Roma», la mostra visitabile fino al 27 febbraio al Palazzo delle Esposizioni che indaga uno dei volti spesso dimenticati della Capitale. «Sulla città incombe l’eredità di Croce e Pasolini che ritenevano il campo scientifico alieno alla cultura, antipoetico e funzionale solo all’economia quando è invece una forza emancipatrice»

Una sala espositiva della mostra «La scienza a Roma»

Una sala espositiva della mostra «La scienza a Roma»

Fino al prossimo 27 febbraio, il Palazzo delle Esposizioni di Roma racconta il carattere della città che lo ospita intrecciandolo con il senso profondo del tempo e dello spazio, lungo le trame di una trilogia allestita dallo studio Formafantasma. In «Ti con zero» e «Incertezza», artisti e scienziati si confrontano sulle sconfinate visioni del futuro e sul precario equilibrio tra caso e logica, mentre il perno dell’intera esperienza, dal quale si dipana un romanzo tanto complesso quanto urgente, continua a ruotare intorno a «La scienza di Roma», a cura di Stefano Papi e Fabrizio Rufo, docente di Bioetica presso la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.