closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Licenze volontarie, la proposta Ue accontenta Big Pharma

Europa. Il piano che la Commissione difenderà al prossimo consiglio della Wto, e al G7, non prevede lo stop ai brevetti chiesto da India e Sudafrica. Al massimo una timida apertura sulle licenze obbligatorie, ma solo nel quadro dell’accordo Trips

La direttrice generale della Wto Ngozi Okonjo-Iweala con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel

La direttrice generale della Wto Ngozi Okonjo-Iweala con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel

Per la Ue, la sospensione dei brevetti sui vaccini contro il Covid è l’ultima spiaggia, nel caso in cui tutte le altre misure si siano rivelate inefficaci: un piano d’azione commerciale multilaterale per accrescere la produzione e garantire un accesso universale e equo, togliere gli ostacoli all’esportazione, incoraggiare i produttori ad accrescere la produzione, vegliando che i prezzi siano abbordabili per i paesi poveri, utilizzare a fondo il sistema delle licenze volontarie e anche quello delle licenze obbligatorie nel quadro dell’accordo Trips alla Wto, ma solo nel caso che questo insieme non funzioni. La Ue «non è convinta» che un’ampia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi