closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’ex sindaco Marino e l’ex commissario di Ostia Esposito (riuniti ma divisi) contro l’emendamento «salva abusivi»

Legge di Stabilità. Il testo votato dalla maggioranza in commissione Bilancio, alla Camera, sospende per un anno le revoche delle concessioni agli stabilimenti balneari illegali

L'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino

L'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino

L’ emendamento alla legge di Stabilità «che favorisce di fatto l’illegalità a Ostia mi lascia molto preoccupato». L’ex sindaco di Roma Ignazio Marino torna, su Fb, ad attaccare la cosiddetta norma «salva abusivi» approvata dalla maggioranza in commissione Bilancio. «È un segnale sbagliatissimo, un regalo di Natale ingiustificato a chi vive e prospera nell’illegalità. Con la mia Amministrazione - spiega Marino - sostenuta in quel caso anche dal Pd romano, avevamo intrapreso con successo una dura e coraggiosa battaglia contro gli abusi che avevano sottratto la spiaggia ai romani e fatto di Ostia una terra senza legge. È per questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.