closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lettere

No, Berlinguer non pensava a Vanity

Stavolta avete sbagliato
Cari compagni stavolta avete toppato. Accennare solo un paragone di qualsiasi tipo tra colui che è stato l’ultimo grande protagonista della sinistra e chi invece è solo sinistro, mi sembra oltre che irriverente, una mancanza di rispetto. Con stima immutata.
Corrado, Roma
Caro Corrado, intendo la satira come possibile strumento di riflessione più che come provocazione. Ma certo la riflessione a volte va «provocata». Altrimenti ci abituiamo davvero a tutto, persino a credere che alcuni personaggi siano in qualche modo esponenti di una stessa idea, benché in epoche differenti. Il servizio di Berlinguer su Vanity Fair è ovviamente un paradosso, che serve proprio a marcare la differenza. Ma non parliamo di una mia irriverenza o mancanza di rispetto, per favore. Non ci sono eroi o santi da tutelare, solo buoni modelli di politica da prendere da esempio.
Mauro Biani

berlinguer vanity fair

I commenti sono chiusi.

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.