closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lettere

In memoria di Gianfranco Coccoli

Dopo una lunga malattia ci ha lasciato il compagno Coccoli. Ho conosciuto Gianfranco all’inizio degli anni ’90. Insieme con altri compagni e compagne dei luoghi di lavoro, abbiamo costruito la resistenza alle politiche concertative e la lotta contro la riforma delle pensioni e la precarizzazione del lavoro, abbiamo lavorato per la costruzione dal basso nella Cgil di Padova dell’area di Alternativa Sindacale.

Il suo impegno generoso, sempre finalizzato a costruire una posizione di classe dentro il sindacato, non è mai stato finalizzato a un qualche interesse personale.

Gianfranco è stato un vero militante comunista e di parte operaia. Ci ha lasciato, nonostante una dura resistenza alla malattia che lo ha colpito, in tempi difficili in cui compagni come lui sono indispensabili. Lascia un vuoto difficile da colmare.

Cercheremo di portare avanti nelle nostre lotte, nella nostra militanza quegli stessi ideali comunisti in cui lui è vissuto.

Ciao Gianfranco. Che la terra ti sia lieve! Un saluto a pugno chiuso.

Paolo Benvegnù, segretario regionale Prc Veneto