closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’esercito bombarda Donetsk, i politici di Kiev vanno negli Usa dal Fmi a chiedere altri soldi

Ucraina. Il gruppo di contatto di Minsk propone la riforma costituzionale

«Molte sono le cose terribili, ma nessuna è più terribile dell’uomo» verrebbe da dire con l’Antigone sofoclea leggendo le esternazioni del premier ucraino Arsenij Jatsenjuk, secondo cui il suo paese sta marciando attivamente sulla via democratica, ma Mosca fa di tutto per mandarlo fuori strada, temendo che le «pericolose idee della libertà contagino anche la Russia». Secondo Jatsenjuk - nei giorni scorsi negli Usa insieme al Ministro delle finanze Natalja Jaresko, in cerca di ulteriori finanziamenti da Congresso e Fmi per acquistare le armi con cui difendere «l’occidente dall’aggressione russa» e per continuare l’assalto al Donbass - «il passato sovietico...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.