closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Lesbo, un morto dopo lo sbarco. Allagato il campo profughi

Grecia. Una persona ha perso la vita, verosimilmente assiderata. Oltre 7mila a Kara Tepe in condizioni critiche

Il nuovo campo profughi di Lesbo subito dopo la costruzione

Il nuovo campo profughi di Lesbo subito dopo la costruzione

Nel mar Egeo si è registrata ieri l’ennesima vita spezzata nel tentativo di raggiungere la Grecia. Tra lunedì e martedì una barca partita dalla Turchia è arrivata a Lesbo, nei pressi della spiaggia di Tarti. La mattina successiva 23 persone sono state soccorse. Tre erano disperse e sono poi state individuate. Una, invece, è morta. Verosimilmente assiderata. Sull’isola la situazione dei rifugiati rimane difficilissima. Con l’arrivo dell’inverno le condizioni di vita nel nuovo campo profughi di Kara Tepe (Mavrovouni) sono diventate ancora più dure. Subito dopo l’incendio di Moria, il governo di Atene ha dato ordine di piazzare le tende...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi