closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Leggi radicate nell’inconscio di popoli remoti

Diritto e forme di vita. Accanto a pagine dal suo «opus magnum», una antologia a cura di Eva Cantarella recupera scritti inediti o introvabili di Johann Jakob Bachofen sul matriarcato: «Il potere femminile», da Mimesis

Meret Oppenheim, «Glove», 1985

Meret Oppenheim, «Glove», 1985

Il nome di Johan Jakob Bachofen è indissolubilmente legato alla questione del matriarcato, alla quale lo storico e giurista svizzero ha dedicato non solo il proprio opus magnum, ma anche una serie di studi e di ricerche svolte durante l’intero corso della vita: di questi è da poco disponibile una nuova antologia, Il potere femminile (Mimesis, pp. 244, € 22,00) nella quale la curatrice Eva Cantarella ha riunito non solo alcune tra le pagine più celebri e metodologicamente significative del capolavoro dell’autore, ma anche testi inediti e rarità ormai introvabili. Gli studi più recenti hanno ridimensionato la plausibilità della tesi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi