closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Legge elettorale, si aprono le danze. Con quattro Pd

Il ministro per i rapporti con il parlamento Federico D'Incà

Il ministro per i rapporti con il parlamento Federico D'Incà

Sono diciassette attorno al tavolo i rappresentanti della maggioranza che hanno in mano il dossier delle riforme istituzionali e oggi tornano a vedersi per cominciare a parlare di legge elettorale. Solo un primo giro d’orizzonte che servirà a precisare le ragioni per cui si vuole cambiare il sistema di voto come conseguenza del taglio dei parlamentari. Ragioni anticipate oltre un mese fa, quando si raggiunse un primo accordo di maggioranza: la nuova legge dovrà «garantire più efficacemente il pluralismo politico e territoriale». L’identikit di una legge pienamente proporzionale e quella resta la soluzione più probabile, modulata con il gioco delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.