closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Le vite appartate come leva dei giorni

Narrazioni. «Fughe», l’ultimo libro di Velio Abati per Manni editore

C’è un rimedio al linguaggio impoverito dei troppi automatismi che promettono una comunicazione e una felicità immediate? Un modo forse c’è, faticoso e inedito: misurarsi con le origini sconfitte, con la propria presa di parola per la prima volta, con gli ascolti mancati. E allora dedurne, dentro il vuoto acuminato nel quale siamo immersi da tempo, e certo non solo per effetto della pandemia «grandangolo del presente», le restanti possibilità di intervenire e trasformare la realtà data. È QUELLO che Velio Abati propone, sommesso e gentile, nel suo libro Fughe di racconti, paesaggi, metafore, appelli (Manni editori, pp. 171, euro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi