closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le ong italiane contro il Giro d’Italia: «La partenza da Gerusalemme un grave errore»

Giro d'Italia 2018, la conferenza stampa di Tom Dumoulin a Gerusalemme

Giro d'Italia 2018, la conferenza stampa di Tom Dumoulin a Gerusalemme

Far partire il Giro d’Italia da Gerusalemme è un «grave errore». Lo dice la Piattaforma delle Ong italiane in Mediterraneo e Medio Oriente, che riunisce più di 40 organizzazioni. La scelta, scrivono le organizzazione non governative in un comunicato a poche ore dalla partenza (prevista per domani nella Città Santa) della corsa ciclistica, «è inopportuna perché sembra voler avallare la pretesa israeliana che la città sia la capitale ’unica e indivisibile’ dello Stato di Israele e, di conseguenza, l’illegale annessione di Gerusalemme Est allo Stato di Israele, in violazione del diritto internazionale e di molteplici risoluzioni delle Nazioni Unite». Rischia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi