closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Le infinite metamorfosi di Iggy Pop

Musica. Esce oggi «Post pop depression», il suo nuovo album nato con la complicità di Josh Homme, dove emerge il dna da crooner che per anni il rocker si è negato

Il deserto non è quello che normalmente si crede, deserto è tutto quanto sia privo di uomini, è l’aridità che si trova anche nelle folle ma, per alcuni, c’è anche qualcosa che brilla nel silenzio della sabbia, una metafisica di colline marziane, fertili di introspettiva riflessione. «Volevo essere libero», ha dichiarato Iggy Pop pochi giorni fa «e per essere libero avevo bisogno di dimenticare. Per dimenticare avevo bisogno di musica». Dopo anni di furori metropolitani infatti, e di discutibili saliscendi musicali fra cover francesi e infatuazioni jazz, Iggy Pop sembra aver ritrovato, proprio nell’arsura di Joshua Tree in California, un’oasi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.