closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Le indagini dell’antimafia toscana squassano la Regione

Inchiesta Dda. Le intercettazioni sulle infiltrazioni della 'ndrangheta, con i vertici dell'Associazione conciatori di Santa Croce sull'Arno che aiutano questo o quell'esponente politico, in cambio di “attenzione” per le questioni legate alla produzione e allo smaltimento dei rifiuti tossici, continuano a terremotare palazzo Strozzi Sacrati. Il governatore Giani licenzia il capo di gabinetto Ledo Gori, indagato per corruzione

Il governatore toscano Eugenio Giani

Il governatore toscano Eugenio Giani

Non accennano a fermarsi le scosse telluriche provocate dall'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Toscana. Le attività criminali dei referenti della cosca Gallace spaziavano dal traffico di droga al controllo dei lavori stradali, fino allo smaltimento illecito dei rifiuti delle concerie del Comprensorio del cuoio. E su questo versante delle indagini le intercettazioni dei carabinieri Forestali, del Ros e del Noe fanno tremare il principale palazzo toscano della politica, quello della Regione. Perché lo spaccato che emerge, con i vertici dell'Associazione conciatori di Santa Croce sull'Arno che aiutano questo o quell'esponente politico, in cambio di “attenzione”...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.