closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Le dosi non tornano Piano vaccinale aggiornato, ma è già vecchio

Vax pensiero. Il governo aggiorna il piano vaccinale con 24 milioni di dosi in più prenotate insieme alla UE. Ma il piano è già superato. Oggi il verdetto dell’Ema sul vaccino AstraZeneca

La sala della somministrazione dei vaccini allo Spallanzani

La sala della somministrazione dei vaccini allo Spallanzani

Il governo ha modificato il piano delle vaccinazioni anti-Covid-19 rimodulando tempi ed entità delle forniture dei vaccini da parte delle aziende. Il risultato è paradossale: mentre appaiono evidenti i ritardi, secondo il piano la disponibilità dei vaccini è persino aumentata: rispetto ai 202 milioni di dosi della prima versione di dicembre, la tabella aggiornata ne riporta quasi 24 milioni in più. Il nuovo piano, dunque rischia di essere ancora più irrealistico del primo, falcidiato dai tagli della Pfizer. Le dosi in più sono dovute alle nuove forniture richieste dalla Commissione Europea alle aziende già autorizzate – 180 milioni di dosi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi