closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le derive della paura tra guerre e povertà

Democrazia. Guerre, migrazioni, terrorismo. O restiamo prigionieri di una vecchia razionalità o si cambia paradigma contro il disastro contemporaneo

Oltre alla crisi economica esplosa nel 2008, i paesi dell’area euro-atlantica attraversano una crisi politica che appare anch’essa priva di prospettive, a meno di un drastico cambiamento di rotta. Nel corso di un anno, ci siamo trovati di fronte a due fenomeni che hanno disvelato tutta l’impotenza di modelli di pensiero e azione politica non più praticabili. Il primo fenomeno riguarda il crescendo dei flussi migratori verso quest’area negli ultimi anni. Si tratta di persone che bussano alle nostre porte cercando scampo da guerre e conflitti civili che proprio gli Stati uniti e i loro maggiori alleati europei hanno intrapreso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi