closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’arte del disprezzo e il parlare con le budella

Habemus Corpus. Gli insulti di Giovanni Gozzini a Giorgia Meloni sono parte di un malcostume diffuso

Venerdì scorso, durante la trasmissione Bene bene male male su Controradio, tre intellettuali commentavano il discorso di Mario Draghi alle camere e la dichiarazione di voto di Giorgia Meloni che, impavida, aveva esordito citando un aforisma di Bertolt Brecht che dice: «Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati». Giovanni Gozzini, professore ordinario di scienze sociali, politiche e cognitive dell’università di Siena, è sbottato con un: «È una pesciaiola». Raffaele Palumbo, conduttore della trasmissione, ha puntualizzato: «Eh no, onore agli ortolani e ai pesciaioli». Gozzini ha risposto: «Ma che devo dire per stigmatizzare il livello...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.