closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

L’argine della Rai lo ha già abbattuto il governo Renzi

Cambiano gli attori, non il copione e sulla Rai si consuma l’antico rito spartitorio, rigorosamente ex lege. La riforma Renzi è infatti dolosamente pensata per garantire alla maggioranza e al governo il controllo del servizio pubblico. Con la cogenza della regola giuridica. Uno dei momenti alti del renzismo al potere. La legge assicura che dei sette componenti del consiglio di amministrazione quattro siano con certezza espressione della maggioranza parlamentare e del governo. Il cda nomina poi un amministratore delegato con vasti poteri, vero nocchiero della barca Rai. E se qualcuno volesse mondarsi del peccato originale e tradire il vincolo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.