closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’arcipelago di Mamoru Hosoda

Maboroshi. Un omaggio al talento del regista giapponese e alla sua opera con rassegne, una mostra e persino un locale dove sarà possibile consumare piatti ispirati ai suoi lungometraggi

Nel 1967 usciva nelle librerie giapponesi Toki wo kakeru shojo, ovvero «La ragazza che saltava nel tempo», un romanzo di Yasutaka Tsutsui, scrittore di fantascienza giapponese fra i più popolari e letti, basti pensare che «Paprika», un altro suo romanzo del 1993 fu trasposto in un pregevolissimo lungometraggio animato dal compianto Satoshi Kon. La ragazza che saltava nel tempo è a tutt’oggi una delle storie più conosciute nell’arcipelago giapponese, fama dovuta alle numerose trasposizioni avute, serie televisive, live-action ma soprattutto al lungometraggio animato del 2006 diretto da Mamoru Hosoda. Sono passati quindi dieci anni dal lavoro che ha rivelato al pubblico...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.