closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’architettura civile di Bruno Zevi

Eventi. Una mostra al Maxxi di Roma nel centenario della nascita dello studioso. L’impegno politico e l’amore per l’arte tra tecnigrafi d’altri tempi e progetti celebri

Bruno Zevi nel suo studio

Bruno Zevi nel suo studio

Nel centenario della nascita di Bruno Zevi, che ricorre quest’anno, il Museo Maxxi di Roma presenta (fino al 16 settembre) «Gli architetti di Zevi. Storia e controstoria dell’architettura italiana 1944-2000», una mostra curata da Pippo Ciorra e Jean Louis Cohen e realizzata in collaborazione con la Fondazione Bruno Zevi. PERSONAGGIO dalla forza dirompente, che dal mondo dell’architettura ha saputo estendere il suo pensiero militante a varie zone d’azione, Zevi era nato in una famiglia ebraica: per scampare alle leggi razziali si era trasferito nel 1936 in Inghilterra e poi negli Stati Uniti, dove aveva completato la sua formazione da architetto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.