closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’antichità va a banchetto tra conserve di sgombri

Archeologia. Una mostra al museo di storia di Marsiglia, con un allestimento estroso e la cura di David Djaoui, indaga i prodotti culinari e il loro «doppio», i contenitori

Una mostra non incentrata su materiali di sorprendente valore artistico ha poche chance di imporsi in un panorama dominato da estetica e ricerca dell’emozione. Ma il museo di storia di Marsiglia diretto da Fabrice Denise, in partenariato con il museo di Arles antica, ha lanciato la sfida ospitando fino al 24 novembre l’esposizione On n’a rien inventé!, a cura dell’estroso archeologo David Djaoui. Partendo dalla rievocazione di un banchetto romano, del quale nella prima sezione si richiamano gli elementi fondanti – il triclinio, l’ebbrezza, l’erotismo – con qualche cenno all’immaginario moderno, la rassegna fa luce sui prodotti culinari dell’antichità attraverso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.