closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Anp ringrazia l’Europa. Israele tace

Insediamenti colonici. Il ministero degli esteri palestinese esprime soddisfazione per la decisione di sei paesi europei di avviare il boicottaggio economico delle colonie. In Cisgiordania altri 18 palestinesi arrestati dai soldati israeliani ma dei tre ragazzi ebrei scomparsi, forse rapiti, il 12 giugno non c'è traccia.

Israele tace e, dietro le quinte della diplomazia, prepara la sua reazione. L’Autorità nazionale palestinese invece festeggia le prese di posizione di sei paesi europei, Italia inclusa, che hanno ammonito i loro cittadini, in particolare gli imprenditori, dal realizzare affari negli insediamenti colonici costruiti in violazione delle leggi internazionali nei territori palestinesi e siriani occupati da Israele nel 1967. Per il ministero degli esteri dell’Anp, gli avvertimenti sono coerenti con la posizione di lunga data dell’Unione europea sulla questione degli insediamenti colonici, in linea con le interpretazioni delle Nazioni Unite della legge internazionale che afferma «il diritto inalienabile del popolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi