closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Amazzonia con i suoi popoli, «un’unica realtà indivisibile» al Sinodo

Intervista. Gilvania Ferreira da Silva (Sem Terra) e Jarvaz Ruiz González (Psuv) illustrano il documento recapitato alle assemblee sinodali dai movimenti: «Ci aspettiamo che si individui nel capitalismo il primo responsabile della devastazione di questo territorio così strategico per la stabilità climatica e ambientale del pianeta»

Papa Francesco e un rappresentante delle comunità indigene dell’Amazzonia nell'Aula Paolo VI

Papa Francesco e un rappresentante delle comunità indigene dell’Amazzonia nell'Aula Paolo VI

Suscita grandi aspettative anche tra i movimenti popolari il Sinodo sull'Amazzonia che sta affrontando in questi giorni in Vaticano la situazione della più grande foresta tropicale del mondo e dei popoli che la abitano, insieme alle sfide poste alla Chiesa dalla regione. Un interesse che si inscrive nell'ambito del dialogo permanente stabilito dai movimenti con il papa, considerato un alleato speciale nella lotta per le tre "T", Tierra, trabajo y techo (terra, lavoro e casa), e che si è tradotto in un documento, il «Pronunciamento di Guaranema», rivolto ai vescovi riuniti nell'assemblea sinodale. Frutto di una riunione tra i rappresentanti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.