closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La vista corta degli olivicoltori italiani

Bruxelles e l'eliminazione dei dazi. La decisione della Ue di aiutare l’economia tunisina colpita dall’Isis è giusta. Le proteste pretestuose

La decisione di Bruxelles di abbattere i dazi all’importazione per l’olio d’oliva tunisino va accolta come un segno visibile della volontà della Comunità Europea di sostenere il fragile governo tunisino, l’ultimo che ha mantenuto in qualche misura le promesse della Primavera araba. Sicuramente l’unico governo con una matrice laica ed una pratica democratica, pur con tutti i limiti che conosciamo. Un governo in grande difficoltà da quando l’Isis ha compiuto un efferato attentato al museo Bardo il 18 marzo scorso. Una strage che ha colpito decine di turisti stranieri scesi da una delle tante navi da crociera che facevano sosta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.